Nuovi finanziamenti per il sostegno alle famiglie

1055

   

Di: Angela Gaeta, Rosy Schiavo, Michela Sarnataro (Psicologhe a Somma V.)

Oggi 29 gennaio 2018, presso l’Ordine degli Psicologi della regione Campania si è svolto il workshop di presentazione delle linee guida per  partecipare al bando pubblicato dal Dipartimento delle politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’avviso pubblico, destinato ad enti locali ed enti pubblici, finanzierà progetti su diverse linee di intervento  – per un totale di 8 milioni di euro complessivi e 250.000,00 euro per ogni proposta progettuale – capaci di rispondere ad alcune delle primarie esigenze della famiglia, così come emerse all’esito della Terza Conferenza Nazionale sulla Famiglia, con particolare attenzione alle vittime di violenza assistita, agli orfani di crimini domestici e alle loro famiglie affidatarie.

Una occasione anche per Somma Vesuviana che potrà usufruire dei fondi che la legge mette a disposizione per le Politiche Sociali.

L’avviso è finalizzato al finanziamento di progetti, anche di carattere innovativo, nelle seguenti linee di intervento:

  • A. “Conciliazione dei tempi di vita tra famiglia e lavoro”;
  • B. “Invecchiamento attivo e solidarietà fra le generazioni – Intergenerazionalità”;
  • C. “Sostegno alle famiglie in condizioni di fragilità”;
  • D. “Promozione di contesti sociali ed economici family friendly”;
  • E. “Inclusione sociale dei minori e dei giovani”; F. “Sostegno ai minori vittime di violenza assistita, agli orfani di crimini domestici e alle loro famiglie affidatarie”

Chi può presentare domanda?

Possono partecipare al presente avviso:

  1. enti locali, in forma singola o associata (a norma del D.lgs n.267/2000 aggiornato con le modifiche apportate dal D.lgs. n. 175/2016, dalla L. n. 232/2016 e dal D.L. 244/2016);
  2. enti pubblici territoriali e non territoriali; c) gli enti che abbiano una delle forme giuridiche di cui all’art. 4, comma 1, del decreto legislativo 3 luglio n. 2017, n. 117, operanti nei settori d’interesse delle linee d’intervento del presente Avviso;
  3. soggetti di cui alle lettere a), b) e c) di concerto, d’intesa o in forma consorziata.La giornata è stata introdotta dalla presidente dell’ordine Antonella Bozzaotra che ha illustrato le opportunità sociali che tale bando può offrire.La presidente ha poi invitato tutti i colleghi all’evento che si terrà il giorno 18 febbraio per festeggiare insieme il ventennale del codice deontologico e della legge del  ‘56.
  4. Francesco Treglia, consulente di progettazione sociale per l’ordine degli psicologi della regione Campania, ha illustrato gli aspetti principali del bando, approfondendo ciascun ambito d’intervento attraverso il confronto diretto con i partecipanti. Ha esemplificato  i criteri di valutazione che la commissione utilizzerà per valutare il progetto, evidenziando due concetti chiari: sostenibilità e innovazione.  E’ stata anche sottolineata l’importanza di valutare i dati quantitativi reperibili da siti istituzionali, al fine di analizzare al meglio risorse e richieste del territorio su cui si andrà ad intervenire.Dall’incontro sono emersi molti spunti di riflessione e confronto che hanno chiarito ai partecipanti dubbi e perplessità sul bando.Nella sessione pomeridiana, i presenti hanno avuto la possibilità di esercitarsi nella simulazione di progetti sotto la supervisione del dott. Treglia che si è reso disponibile per eventuali consulti e chiarimenti fino alla scadenza del bando prevista per il 28 febbraio 2018.